TicketSMS LogoTicketSMS Logo

Freitag 24 Juni 2022 / 17:00

Ennio Amodio e Elena Maria Catalano

Cappella Palatina / SALERNO

00 s
00 m
00 h
00 days

ORE 19 / CAPPELLA PALATINA 
 CLASSICA
L’INCONTENIBILE PASSIONE GIURIDICA DI SCIASCIA
Incontro con Ennio Amodio ed Elena Maria Catalano,
autori di La sconfitta della ragione. Leonardo Sciascia e la giustizia penale (Sellerio)
Conduce Vincenzo Maiello
Quella di Sciascia per la giustizia penale fu una «incontenibile passione». Per un motivo prima di tutto epistemico: l’essere finalizzato, il rito giudiziario, alla ricerca di una verità processuale. Ricerca sulla quale incombe il rischio dello scacco, di cui Sciascia, a differenza del suo Pirandello, coglie la tragicità. Nella macchina
della giustizia non c’è nulla di caricaturale. E non c’è alcuna ossessione – evidenziano Amodio e Catalano, processualisti entrambi – nell’attenzione dello scrittore alle vicende della giustizia: le quali s’intrecciano con
quelle della ragione e di una finzione romanzesca intesa come chiave di accesso alla realtà. Un «illuminismo ben temperato» (dal pessimismo) opera in Sciascia come «antidoto» al «pirandellismo di natura», al rischio di guardare al processo come a una dimensione solo teatrale e, in quanto tale, ludica, sulla quale agiscono nient’altro che maschere

Ennio Amodio  e Elena Maria Catalano Cappella Palatina  SALERNO

Info

ORE 19 / CAPPELLA PALATINA 
 CLASSICA
L’INCONTENIBILE PASSIONE GIURIDICA DI SCIASCIA
Incontro con Ennio Amodio ed Elena Maria Catalano,
autori di La sconfitta della ragione. Leonardo Sciascia e la giustizia penale (Sellerio)
Conduce Vincenzo Maiello
Quella di Sciascia per la giustizia penale fu una «incontenibile passione». Per un motivo prima di tutto epistemico: l’essere finalizzato, il rito giudiziario, alla ricerca di una verità processuale. Ricerca sulla quale incombe il rischio dello scacco, di cui Sciascia, a differenza del suo Pirandello, coglie la tragicità. Nella macchina
della giustizia non c’è nulla di caricaturale. E non c’è alcuna ossessione – evidenziano Amodio e Catalano, processualisti entrambi – nell’attenzione dello scrittore alle vicende della giustizia: le quali s’intrecciano con
quelle della ragione e di una finzione romanzesca intesa come chiave di accesso alla realtà. Un «illuminismo ben temperato» (dal pessimismo) opera in Sciascia come «antidoto» al «pirandellismo di natura», al rischio di guardare al processo come a una dimensione solo teatrale e, in quanto tale, ludica, sulla quale agiscono nient’altro che maschere

Leggi di più
Apertura cancelli:
 Freitag 24 Juni 2022 / 16:00
Inizio:
 Freitag 24 Juni 2022 / 17:00
Fine:
 Freitag 24 Juni 2022 / 17:45
Prezzi:
 a partire da € 1.5
Behinderteneingang
Freier Eintritt
Freizeitkleidung
Kinder
TicketSms reservierter Eingang
Behinderteneingang
Freier Eintritt
Freizeitkleidung
Kinder
TicketSms reservierter Eingang

Faq

Per accedere agli eventi è obbligatorio il Green Pass?

Ort

Cappella Palatina

Complesso archeologico di San Pietro a Corte

Il complesso archeologico di San Pietro a Corte, è un'area nel centro storico di Salerno in cui sono documentate e visibili le testimonianze archeologiche dei vari avvicendamenti storici a partire dal I secolo d.C. L'ingresso è sul Larghetto San Pietro a Corte.
L'area si estende nel sottosuolo ed in superficie, a diversi livelli stratigrafici, ed evidenzia documenti di particolare interesse storico, archeologico ed artistico. In particolare il sito risulta, in assoluto, l'unica testimonianza archeologica di architettura palaziale di epoca longobarda.
Sono visibili, inoltre, un ambiente attribuito a frigidarium terme romane, un luogo cimiteriale di culto paleocristiano, un oratorio del XII secolo, una probabile aula della Scuola Medica Salernitana e le varie ristrutturazioni ed opere d'arte introdotte a partire dal 1500.
Nel 2012 il sito è risultato escluso dal percorso UNESCO Longobardi in Italia: i luoghi del potere, teso a salvaguardare luoghi ricchi di testimonianze di arte e architettura longobarda, a causa di carenze dal punto di vista di servizi, info e accessibilità al sito.[4] Il sito è parte integrante dell'Itinerario Culturale "Longobard Ways across Europe" candidato all'iscrizione nella lista degli Itinerari Culturali Europei del Consiglio d'Europa
Dal dicembre 2014 il Ministero per i beni e le attività culturali lo gestisce tramite il Polo museale della Campania, nel dicembre 2019 divenuto Direzione regionale Musei

Cappella Palatina

Cappella Palatina

Larghetto S. Pietro a Corte, 8, 84121 Salerno SA, Italia
Trova le indicazioni sulla mappa